Skip to content

Preferisco essere “irrazionale”

4 gennaio 2007

Caro Piero, vorrei rispondere al lettore Renato Pierri che il 2 gennaio scrive: “Se, in base al vangelo, ed alla ragione ovviamente, riusciamo a persuadere i credenti che il Pontefice sbaglia…”. Ecco il subdolo veleno dell’intellighenzia nostrana e d’oltretevere: conciliare ragione e chiesa, illuminismo e credenza! E se fosse, invece, soltanto una questione di “sentire”, di irrazionale, di pensiero senza coscienza? Sono sicuro che sia quest’ultimo a intervenire quando un cittadino si trova di fronte alle esequie negate a Piergiorgio Welby; all’equiparazione delle donne che abortiscono ai nazisti o alla stazione Termini dedicata all’uomo vestito di bianco che quel paragone aveva fatto; alla fecondazione assistita impedita, lapidata, offesa dalla legge 40… “Sentire” un malessere di fronte a queste, chiamiamole così, idee è lontano da fede e ragione. È del tutto irrazionale. Ma sano…

Advertisements

From → Liberazione

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: