Skip to content

Parola di eretico

28 novembre 2007

Caro direttore, che l’idea di chiedere con insistenza la scomunica della Chiesa cattolica non sia peregrina lo dimostra – oltre alle numerose adesioni – anche l’editoriale sui diritti civili che leggo sul Riformista del 27 novembre. Il Parlamento è paralizzato in tema di leggi che tutelino le persone? Ma è sicuramente perché teme, appunto, la scomunica del Vaticano.Perciò: si tolgano il pensiero. Anticipino quello che comunque avverrà una volta che saranno riusciti a votare qualche minimo provvedimento in favore di Cus, di pillola del giorno dopo, di testamento biologico o di fecondazione eterologa. Si sentiranno più leggeri, dopo. Più liberi, più umani, più terreni. E ricondurranno lo scontro sul piano temporale, soprattutto: diventerà anche più semplice intervenire sull’otto per mille, sugli sconti Ici alla Chiesa, sulla presenza del pensiero cattolico nella tv pubblica, costante efuori da ogni par condicio confessionale. Da eretici, da persone cioè “che hanno scelto”, il confronto con il dogma sarà meno trascendentale e le conseguenze prospettate meno apocalittiche.

Annunci

From → Il Riformista

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: