Skip to content

In ricordo di Giordano Bruno

16 febbraio 2009

Mai come quest’anno va celebrato il ricordo di Giordano Bruno, che il 17 febbraio 1600 fu arso vivo a Campo de’ Fiori, condannato da una combutta micidiale tra potere secolare e potere temporale. Era reo di aver detto che l’uomo nasce libero dal peccato originale e che l’inferno non esiste, che la natura infinita va amata senza credere che in essa si annidi il Male e che l’infinitezza stessa dell’universo va contro l’idea della trascendenza, va contro la religione stessa, le religioni tutte… Aveva bestemmiato così: “Stolti del mondo voi che avete formata la religione, gli maggiori asini del mondo siete voi che per grazia del cielo avete riformata la corrotta fede… Vedete se sono o furon giammai solleciti circa le cause secrete de le cose; se mai pensano al dissolvimento qualunque dei regni, dispersione de’ popoli, incendii, sangui, ruine ed esterminii; se curano che perisca il mondo tutto… purché la povera anima sia salva, purché si faccia l’edificio in cielo, purché si ripona il tesoro in quella beata patria, niente curando della fama, comodità e gloria di questa fragile e incerta vita: tutto per quell’altra certissima ed eterna vita”. Oggi è la rivoluzione di Giordano Bruno a dover essere tenuta a mente, contro chi vuole anteporre quella inesistente “beata patria” alla nostra esistentissima realtà umana, al nostro universo infinito, interno ed esterno. Se quella “beata patria” è violenta, intollerante, inquisitoria e impietosa come sta mostrando ancora nel nuovo millennio, facciamo bene a voler rimanere… “apatridi” e liberi.

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: