Skip to content

E allora scomunicateci tutti!

10 marzo 2009

Non è facile scrivere se la mano trema: ci sono voluti due giorni per fermarla, dopo la notizia della bimba brasiliana che ha abortito e della ferocia del vescovo di Recife che si è abbattuta su di lei, come se le violenze subite non fossero bastate. Perdipiù, con l’orrore aggiunto che nessuna parola di condanna sia stata spesa dalla curia brasiliana nei confronti del patrigno che l’aveva messa incinta!
Leggo anche sulle tue colonne che ritorna con forza l’idea che la Chiesa cattolica a questo punto debba, almeno per coerenza, scomunicarci tutti, ma proprio tutti. Gliene diamo motivo ogni giorno con la nostra reale difesa della vita umana contro la loro cultura di morte. Continueremo in ogni modo la nostra battaglia non violenta contro questi violenti, affinché non ci possano mai nemmeno lontanamente annoverare tra i loro complici.
Personalmente lo dico da tre anni ormai, anche su “Liberazione”, e in tanti stiamo avanzando pubblicamente la nostra richiesta di scomunica attraverso tutti i canali possibili, dai giornali a internet (su Facebook, in pochi giorni, il gruppo “Scomunicateci” ha già raggiunto mille adesioni: http://www.facebook.com/group.php?gid=64106479277). Perché la scomunica ci pare un atto dovuto da parte di chi chiama peccati ed eresie ciò che noi chiamiamo diritti umani e diritti civili.

Annunci

From → Liberazione

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: