Skip to content

Ipazia che parla delle donne di oggi

16 aprile 2010

Finalmente il 23 aprile arriva anche in Italia AGORA, il film di Alejandro Amenábar sulla cronaca della morte annunciata della filosofa Ipazia. Il ritardo è grave e sospetto. Soprattutto perché potremo vederlo soltanto “dopo” le ultime elezioni… Amenábar è bravo come sempre, quando inquadra uomini piccoli come formiche che, in nome di diverse religioni, devastano la Biblioteca alessandrina, distruggono ogni sapere e si uccidono tra loro, in un pianeta che diventa sempre più bello… man mano che ce ne si allontana. Quando il silenzio cresce. Quando la mente non è più affollata da astratte dispute su presunti dèi, ma torna a pensare senza credere. La mente di Ipazia, le sue idee, erano lì: lontane dal mondo delle formiche nere, in tenace, meravigliata osservazione di stelle erranti e movimenti rotazioni rivoluzioni. Sogno di bambina, sete di conoscenza di donna. Questo il significato di AGORA, ma il senso, a voler cercarlo, è anche un altro: che Ipazia sia stata uccisa perché donna, da quelli che la odiavano in quanto tale, libera e indipendente, identità e immagine, vitalità e fantasia. E da quelli che dicevano di amarla… Dai secoli dei secoli, la guerra di religione è la norma per imporre un dogma; il pensiero religioso sull’anima, da due millenni, si realizza nella strage dei corpi. E delle menti. Nel caso di Ipazia, in più, c’è stata l’insopportabile realtà che fosse una donna. Da fare a pezzi, annullare, cancellare dal mondo degli uomini e dalla memoria della storia. Perché le donne, lo diceva san Paolo, devono stare in silenzio. Cioè: non esistere.

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: