Skip to content

Roma Termini: benvenuti in Vaticano

20 maggio 2011

Alla fine del 2006 moriva Piergiorgio Welby, leader radicale, dopo una lunga battaglia umana e politica contro l’accanimento terapeutico e per la ricerca scientifica. La Chiesa romana negò le esequie religiose per quell’eretico impenitente e una piccola folla arrabbiata dovette ricordarlo in mezzo alla strada. L’allora sindaco della Capitale Walter Veltroni non spese una parola contro il Vicariato e, anzi, nello stesso giorno o giù di lì dedicò la stazione Termini a Karol Wojtyla che, un anno e mezzo prima, era defunto molto probabilmente in circostanze simili a quelle di Welby. Oggi, mentre una legge sul testamento biologico è bloccata in Parlamento, un altro sindaco di Roma, di altro colore ma medesima genuflessa devozione, inaugura una grande statua alla memoria di quel papa, ormai beato e prossimo santo, proprio alla stazione Termini. Un chiaro segnale per chi raggiunga Roma con il treno: nello Stato Italia è lo Stato Vaticano a decidere come e quando si muore e si nasce; come e quando si fanno le leggi; come e quando si pensa.

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: