Skip to content

Le campane della discordia

27 giugno 2011

Avevo quasi deciso di trascorrere le mie vacanze ad Anzio e dei miei carissimi amici mi hanno invitato a passare lo scorso fine settimana da loro, in centro città, per dare manforte a questa ipotesi. Abbiamo cenato bene, sabato sera, e subito dopo una piacevole passeggiata lungo il porto e tra le bancarelle di Slow food ha mosso i nostri passi verso un piccolo chiosco di deliziosi gelati. La luna quasi piena, a tarda notte, ci ha guardati mentre il sonno ci abbracciava nelle sue curve eleganti…
L’indomani, domenica, l’amaro risveglio: alle sette in punto, altrettanti rintocchi di campana hanno annunciato decisi che il nostro riposo doveva finire e soltanto 40 minuti dopo, anche ogni minimo residuo di sogno era spazzato via da una sinfonia che la stessa campana mossa dallo stesso “don”, era partita alla volta dei suoi fedeli. Ora, si può capire che questi ultimi decidano di onorare il loro credo all’alba della domenica, mantenendo così lo stesso ritmo frenetico del resto della settimana. Ma che anche gli altri esseri umani debbano essere così sonoramente disturbati mentre cercavano di godersi l’unica mattina di riposo possibile, in una città di mare, con i loro più cari amici… ecco questo mi pare piuttosto violento! Desisto dal mio proposito di passare qui le mie poche ferie e andrò alla ricerca di una città più laica e più rispettosa del sonno di tutti, cattolici e non.

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: