Skip to content

Il fondamento soprannaturale del crimine

3 luglio 2011

Ho cercato due parole, nell’intervista rilasciata a “La Stampa” del 2 luglio da Charles J. Scicluna, il monsignore che il giornale torinese definisce “inquisitore”, “di fatto il ‘pubblico ministero’ del tribunale dell’ex Sant’Uffizio”. Ho cercato due parole, ma non le ho trovate. C’era tante volte “peccato”, seguita da “sbaglio” e infine, timidamente, dalla parola “abuso”. Ho cercato due parole e invece ho trovato che “se la Chiesa non è crollata, nonostante questi scandali, è proprio perché ha un fondamento soprannaturale”. Già, uno scandalo, “tremendo”, ma soltanto uno scandalo? E allora penso che se la Chiesa non è (ancora) crollata è perché né loro, né i cosiddetti laici, riferendosi alla pedofilia del clero, hanno mai pronunciato le due parole che ho cercato invano: “crimine”, “schizofrenia”. Ché si tratta dell’uno, dell’altra o di tutti e due insieme. Altro che… fondamento soprannaturale.

Annunci

From → Cronache Laiche

One Comment
  1. Fondamento soprannaturale? Se la Chiesa non è ancora crollata è per fondamenti molto ‘naturali’, come il riciclo di denaro sporco, il fiume di denaro che lo stato italiano indirizza oltre Tevere, leggi non scritte italiane ignominose che proteggono i criminali pedofili in tonaca ecclesiastica, e, mi dispiace dirlo, milioni di credenti disperati che non vogliono vedere e capire … ma le cose stanno lentamente cambiando

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: