Skip to content

24 marzo 2012

Dopo Michele Serra sul Venerdì del 17/02/12, anche Umberto Galimberti risponde a questa mia sulla Repubblica delle Donne di oggi…

lettEREtiche

Fidel Castro sarebbe pronto alla conversione e così papa Ratzinger corre ad accaparrarsi anche l’ultimo baluardo del comunismo. Non c’è niente da fare, anche nel più tenace comunista batte evidentemente un cuore cattolico. Rivoluzionari, dittatori, eretici apparentemente irriducibili: il Vaticano, con pazienza biblica, li aspetta tutti al varco, per impartire loro un’estrema benedizione e annoverare un’altra anima nel conto della Storia. Ma la domanda, da laici, è la seguente: nelle dittature e nei totalitarismi di ogni latitudine, quando non manifestamente dichiarato, quanto ha influito un latente pensiero religioso? Castro stesso aveva in parte risposto, quando dichiarò che l’aspetto rivoluzionario della dottrina cristiana risiedeva nella sua funzione educativa: infatti anche lui “educava” i dissidenti cubani, proprio come i papi della Storia hanno educato gli “infedeli”… E allora, mentre non ci si aspetta niente di peggio che essere educati da lorsignori, meglio tenersi stretta in mente la magnifica sequenza di “Buongiorno, notte”…

View original post 18 altre parole

Annunci
One Comment
  1. La Repubblica delle Donne, 24.03.12
    “La profonda affinità tra cristianesimo e marxismo”
    Umberto Galimberti risponde a Paolo Izzo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: