Skip to content

Un Bagnasco di illaicità

28 marzo 2012

Mentre governanti e commentatori si dimenano sui temi economicamente sensibili, congelando ogni afflato che riguardi i diritti civili, la Chiesa cerca di reimpadronirsi del suo esclusivo campo di battaglia. E il signor Bagnasco spara a freddo la sua sentenza, chiedendosi “quale tranquillità può garantire  uno Stato che permette l’aborto, l’eutanasia, il suicidio assistito”. Ci si chiede, intanto, quando e come saremmo usciti dalla condizione di essere uno dei pochi Paesi europei a non avere legiferato in materia di fine-vita… Ma, soprattutto – visto che l’Angelo è passato per dire con violenza il suo amen sull’aborto – chi fermerà, da un punto di vista culturale e politico, la nuova ondata di illaicità che sta per sommergere il nostro Stato per opera di togati cecchini e proni baciapile? Cimiteri dei feti, obiezione di coscienza ai massimi storici tra poco estesa persino ai farmacisti, attacchi fascisti ai consultori, peggioramenti in vista per la legge 40, legalizzazione di alimentazione forzata e accanimento terapeutico per i malati terminali… Se questa è la “tranquillità” di cui parla il casto Bagnasco, ci si domanda cosa succederebbe se in Vaticano fossero… “agitati”.

Annunci
One Comment
  1. L’Espresso.it, 28.03.12:
    http://altre-lettere.blogautore.espresso.repubblica.it/2012/03/28/un-bagnasco-di-illaicita/

    Il Secolo XIX, 04.04.12
    “Italia travolta da un’ondata di illaicità”:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: