Skip to content

Omertà porporata

23 maggio 2012

Sembra di vederli, tutti maschi, con le loro tonache nere svolazzanti e quello spruzzo di porpora sulla testa, mentre si consultano e decidono le linee guida contro il crimine della pedofilia. Dovevano esprimersi già un mese fa, secondo quanto chiesto loro da papa Ratzinger in persona: sono quindi in ritardo. Si agitano, da una parte all’altra della sala riunioni della Conferenza episcopale italiana, si crucciano, si ingegnano. E alla fine deliberano: i preti pedofili sono “cosa nostra”, non abbiamo nessun obbligo di denunciarli alle autorità, ce ne occupiamo noi, è cosa buona e giusta. Chi sperava che i vescovi “partorissero” un figlio di verità, giustizia, sanità e pulizia, almeno in merito a un reato orrendo come la pedofilia, rimarrà deluso. Chi sa che un gruppo monosessuale, votato alla “impotentia generandi” (che non è quella “coeundi”), non può partorire nessun figlio, tanto meno sano, apprende la notizia e continua a combatterli, quei porporati dell’omertà.

Advertisements
One Comment
  1. Europa, 24.05.12
    “Quella omertà porporata sulla pedofilia”
    (firmata Matteo Wells, versione ridotta):

    Il Fatto Quotidiano, 24.05.12
    “Omertà porporata di un gruppo monosessuale”
    (firmata Matteo Wells):

    Il Manifesto, 26.05.12
    (firmata Matteo Wells, versione integrale):

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: