Skip to content

Passeggiata romana

28 luglio 2012

Lo giuro: stavo camminando per via del Pellegrino, a Roma, e ho incrociato un flagellante. A torso nudo, si solcava violentemente la schiena ripetendo: “ho peccato, ho peccato”. Poco più in là, nella piazza della Cancelleria, avevano allestito la gogna per una donna che – non si capiva bene – aveva tradito o abortito: alla mercè del pubblico buoncostume, armato di mazze e sassi, quella donna gridava come una strega. Ho cercato respiro a Campo de’ Fiori, ma ancora il fumo acre di un rogo persisteva nell’aria, mentre veniva fatto santo proprio colui che aveva appiccato le fiamme, osannato da una folla di persone perbene. Per poco non soffocavo, tra fumo e incenso… Mi sono avvolto nel mantello per nascondere la faccia esterrefatta e stavo quasi per chiedere asilo all’ambasciata di Francia, in piazza Farnese, quando mi è arrivato l’sms di un’amica radicale: a Milano e a Napoli hanno istituito i registri delle “unioni di fatto”! Dunque, mi sono detto: posso emigrare lì, per restare in Europa. Per tornare nel ventunesimo secolo.

Annunci

From → Cronache Laiche

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: