Skip to content

Donne collaterali

17 settembre 2012

È agghiacciante la notizia che sabato scorso, per “errore”, nove donne siano state uccise e altrettante ferite dal fuoco dei jet della Nato: tra loro anche delle bambine. Stavano raccogliendo legna e pinoli in un bosco tra le montagne. La Nato li chiama “danni collaterali”, questi errori mortali e imperdonabili. In realtà significa che, da un lato i talebani e dall’altro i caccia americani, le donne afghane non hanno scampo. Né in tempo di pace, né in tempo di guerra. Ed è ovunque la stessa Storia: nella sempiterna, monosessuale violenza degli uomini, sono sempre le donne a pagare il prezzo più alto. Morendo incolpevoli sotto i colpi di chi odia l’uguaglianza e di chi vuole imporla a suon di bombardamenti. Fuoco nemico, fuoco amico. E donne collaterali.

Annunci
One Comment

Trackbacks & Pingbacks

  1. Donne collaterali | Informare per Resistere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: