Skip to content

I messaggi dei pro-life sanno di morte

20 dicembre 2012

roccellaGentile Sergio Romano,
soltanto tre giorni fa, in una lettera che non mi avete pubblicato, vi scrivevo tra l’altro: “E così volete far morire Marco Pannella? E’ terribilmente inaccettabile che nessun difensore della “vita” intervenga oggi per fermarlo; che, tra quelli che hanno sempre tante cose da dire prima della nascita e dopo la morte degli esseri umani, nessuno parli ora”. Il quotidiano Pubblico, che ha parzialmente ripreso la mia missiva il 18 scorso, così la intitolava: “Cosa hanno da dire i prolife?”. Ecco, cosa hanno da dire i prolife, ce lo comunica Eugenia Roccella dalle colonne del Corriere della Sera. E dalle parole della deputata del Pdl è subito chiaro che sarebbe meglio che i pro-life non parlassero di vita umana, perché i loro disonesti messaggi sanno sempre di morte.

(Lettera inviata al Corriere della Sera in risposta a un commento di Eugenia Roccella del 20.12.2012)

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: