Skip to content

Fantasmi in salamoia

11 marzo 2013

salamoiaSarebbe il momento ideale per affrontarli, uno per uno. Almeno per ricordarsene e semmai per creare un dibattito su ciascuno di essi. Alcuni tra coloro che da sempre li impediscono, li ostacolano, li bistrattano sono riuniti sotto chiave, in altre faccende affaccendati. E qualcun altro dei loro nemici è distratto e magari ha abbassato la guardia, quando chiedeva di essere votato ed eletto. Ecco: ora che l’Italia aspetta di essere governata, quei fantasmi continuano a essere lì ad aspettare, come un peso sulla coscienza. Impronunciati, quasi fossero parolacce. Nascosti, come scheletri negli armadi. Irrealizzati, come sogni infranti. Loro, i diritti civili. Quei tanti diritti che ancora sono negati e offesi, erano lì ad aspettare che la campagna elettorale finisse. Dietro di loro, degli esseri umani. Che ancora vagano, per strada, nelle case, negli ospedali, nei consultori, nei tribunali, nelle carceri. Ora saranno liberati, quei diritti e quegli esseri umani? Oppure li teniamo in salamoia per un’altra legislatura?

© Paolo Izzo

Annunci
3 commenti
  1. Una precedente versione di questa lettera,
    il 25 febbraio su L’Espresso online:

    http://altre-lettere.blogautore.espresso.repubblica.it/2013/02/25/diritti-civili/

  2. Europa, 12 marzo 2013
    Federico Orlando risponde a una lettrice e a questa mia lettera:

Trackbacks & Pingbacks

  1. Il “professor” Paolo Izzo e i diritti civili | Paolo Izzo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: