Skip to content

Gigino e Gigetto

24 marzo 2013

papi18Un papa abdica e grande è la commozione. Che quasi ci si dimentica del papa e si pensa all’uomo, oberato da scandali e trame di potere, che non ce la fa più. Angelus, addii, piazze piene e un volo in elicottero. Decine di pagine di giornale e ore di televisione. Si riunisce il conclave tutto di rosso vestito e i pronostici sono da corsa dei cavalli. Piazze piene, fumata nera, fumata bianca. Decine di pagine di giornale e ore di televisione. Viene eletto un nuovo papa, che fa un paio di saluti e messe e angelus. Piazze piene e quasi ci si dimentica che è un papa e si pensa all’uomo, che forse cancellerà gli scandali e le trame di potere. Decine di pagine di giornale e ore di televisione. Un altro volo in elicottero, grande la commozione: due papi inginocchiati insieme a chiedere perdono per scandali e trame di potere… Decine di pagine di giornale e ore di televisione. Intanto in Italia, attoniti, un po’ affranti per la mancanza di laicità della nostra informazione, ci viene in mente un vecchio trucchetto. Lo ripetiamo come un mantra, forse blasfemo ma umano, tanto per sorridere e restare obiettivi prima che quell’uomo ritorni a essere papa: “Gigino e Gigetto stanno sul tetto: vola Gigino, vola Gigetto, torna Gigino, torna Gigetto”.

© Paolo Izzo

Annunci

From → L'Espresso.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: