Skip to content

Sinistri menagramo

11 giugno 2013
iettatoreLa società cosiddetta civile, soprattutto tra noi gente di sinistra, ne è piena: sono quelli che non sono mai contenti, quelli che hanno sempre la bocca storta e che a votare ci sono andati turandosi il naso. Che prima di tutto sbandierano i loro “senza se e senza ma” e poi, se per caso si vince, ridondano di “eh, però”: intransigenti della prima ora e cacadubbi della seconda. Del loro livore ci fanno una malattia, che cercano di diffondere con finto disinteresse a tutti i vicini. Sulla loro radicata incoerenza impongono l’amnesia, veri maghi nel mischiare le carte. E la loro sbandierata integrità è quella della banderuola, che garrisce di qua e di là, ma alla fine sempre nello stesso posto sta. I menagramo sono sempre fermi, infatti: senza movimento, senza proposte, senza idee, sono fermi in un unico posto a guardare giudicare sentenziare quello che fanno gli altri, perché loro – in verità – non sanno fare né pensare proprio un bel niente. Chissà quali frasi illuminanti ti aspetteresti dal loro severo silenzio moralizzatore, ma alla fine ti accorgi che non hanno niente da dire e stanno lì soltanto a guastare la festa, dopo aver lavorato alacremente affinché nessuna festa ci fosse.

© Paolo Izzo

Annunci

From → Il Secolo XIX

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: