Skip to content

Radicali e tribunali

3 dicembre 2013

pannella bavaglioCi sono due vicende, riguardanti i Radicali e Marco Pannella, che si intersecano in questi giorni nei tribunali e che allo stesso tempo subiscono la solita placida accidia degli organi di comunicazione. Da un lato la Corte di Cassazione che boccia i sei referendum sulla giustizia, promossi quest’estate dai Radicali, poiché non avrebbero raggiunto il numero di firme necessario. Dall’altro, il Tar del Lazio conferma una decisione presa nel 2002 dalla Agcom contro la Rai, che aveva escluso Pannella e compagni dal dibattito politico televisivo. Cioè: sono passati più di dieci anni e un tribunale ribadisce l’ostracismo mediatico del servizio pubblico cui i Radicali sono quasi sempre condannati. Dieci anni: i tempi medi della giustizia italiana, si dirà e forse qualcuno protesterà. E guarda caso i sei referendum di Pannella – come anche gli altri sei promossi in parallelo sempre dai Radicali – riguardavano proprio la giustizia, i suoi tempi, le sue responsabilità e soprattutto alcune proposte concrete per riformarla. Infatti non sono stati ammessi. Ora, ci vorranno altri dieci anni perché ci si renda conto di quanto fossero importanti e di quanto sia urgente una vera riforma della giustizia? E chi darà ragione ai Radicali, la politica o un tribunale?

© Paolo Izzo

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: