Skip to content

La Sinistra falciata

5 gennaio 2014

renzi 2Sicuramente qualcuno avrà già fatto questa oziosa considerazione: la R stilizzata di Renzi che cambia verso ricorda la falce e il martello. Un tempo si diceva che il Partito comunista cambiava il nome – e quanti ne ha cambiati, infatti – ma non il simbolo: a un primo sguardo sembrerebbe, perciò, che anche con il sindaco di Firenze nulla cambi davvero rispetto al passato, nemmeno il verso. Oppure che quel simbolo faccia semmai… il verso a quel passato. Tuttavia, soffermandosi meglio, il martello è diventato una freccia, cioè un’indicazione perentoria, mentre è rimasta la falce, pur con la lama ammorbidita nella sua parte tagliente. Rimuginando tristemente sul graduale abbandono, negli ultimi anni, dell’idea di un nuovo socialismo in favore di un centrismo buono per tutte le intese, l’insieme diventa ancor più simbolico: il nuovo Pd sembra preferire pericolose svolte destro-centriche mentre abbandona il suo “martellante” impegno in difesa di diritti umani, civili, sociali – relegati nella sfera del benaltrismo e di cui ormai si occupano soltanto alcune decine di Radicali – mentre resta una falce che, sebbene addolcita, non presagisce niente di buono per una lunga vita della Sinistra.

Paolo Izzo

Annunci
One Comment

Trackbacks & Pingbacks

  1. Il governo Renzi e i diritti umani | Paolo Izzo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: