Skip to content

Derive inumane (2)

13 maggio 2014

Iceberg_19Adesso comincerà l’inesorabile cambio di parola: da disperso a morto. E le parole diventeranno numeri e i nomi di quei migranti morti non li sapremo nemmeno. Forse penseremo che bisognava… pensarci prima e la nostra ipocrisia per qualche tempo concentrerà i suoi sforzi sui sopravvissuti. Esseri umani, cosiddetti vivi, nei cui occhi si leggerà, ancora per giorni e giorni, la paura. Paura del futuro di chi si lascia alle spalle un tragico passato. Quando arrivano, arrivano così, nell’estrema periferia meridionale del nostro Paese, a Lampedusa: con gli occhi rossi di sale e di terrore. Per quel mare che li salva o li condanna, per quel sole che li illumina o li brucia. Per quel dubbio atroce che li assale quando approdano, se approdano: sarà migliore o peggiore, la nostra vita, in un Paese che ha creato dal niente un reato di clandestinità e che troverà presto il modo di rispedirci via di nuovo? Invece la deriva è quella di un Paese, il nostro, che si stacca dall’Europa e naviga su mezzi di fortuna, tra la legge Bossi-Fini e il decreto Maroni. Questa Italia del “bisognava pensarci prima”, ma anche del “tutti a casa loro”. Siamo noi che, barricati nelle nostre sicumere di sicurezza, in realtà continuiamo a derivare. Verso l’inumano.

© Paolo Izzo

n.b. Stesse tragedie, stesse parole: questa lettera, in una precedente versione, è stata già inserita nel blog il 27 luglio 2013 e successivamente pubblicata da Manifesto, Avvenire e Gazzetta del Mezzogiorno

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: