Skip to content

Fine vita mai?

8 settembre 2014

eutanasiaUna recente sentenza del Consiglio di Stato ha confermato che l’ex governatore della Lombardia Roberto Formigoni, impedendo nel 2009 che a Eluana Englaro venisse sospeso il trattamento terapeutico, ha compiuto un atto illegittimo, un vero e proprio abuso: cioè, Eluana aveva tutto il diritto di morire. Nel frattempo, da un anno esatto, una proposta di legge di iniziativa popolare per rendere legale l’eutanasia, promossa dalla associazione radicale “Luca Coscioni” e sottoscritta da quasi 70.000 cittadini, si trova nella inerte attesa di essere discussa dal Parlamento. Come se non bastasse, la statistica ci informa che in Italia sono circa mille i malati terminali che ricorrono al suicidio, non essendoci una via “legale” per uscire da quella che essi considerano una non-vita. Sono soltanto alcuni dei motivi per cui sarebbe urgente che almeno l’informazione – visto che la politica sembra trovarsi in coma vegetativo su questo tema – aprisse un approfondito e continuativo confronto sul fine vita, che si tratti di testamento biologico o di eutanasia. Altrimenti continueremo ad avere soltanto i Radicali che tentano in tutti i modi di affrontare seriamente la questione. Ma che rischiano di parlare da soli, come i matti.

© Pietro Rizzo, Matera

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: