Skip to content

Resistere alle tentazioni

24 agosto 2015

eva di grienIl peccato è subdolo e lo sappiamo fin dai tempi dell’infanzia: si insinua sotto spoglie bonarie e con promesse allettanti. Ciononostante siamo spesso tentati di cadervi e a nulla varranno le esperienze del passato, per salvarci. L’ultima tentazione è arrivata da “lorsignor” Galantino, quando ha tuonato contro i razzisti piazzisti. Abbiamo ascoltato una cosa buona e giusta e soltanto dopo ci siamo resi conto che tale risposta doveva arrivare dal nostro Stato, non dalla Città del Vaticano. Soltanto dopo abbiamo realizzato che il segretario della Cei aveva già esecrato la decisione della Cassazione (italiana) che chiede anche agli istituti paritari cattolici di pagare le tasse. Come se non bastasse, dopo il colpo di Galantino al “cerchio” dell’immigrazione, è arrivato quello alla “botte” delle unioni civili e in particolare di quelle omosessuali: per il cardinale Bagnasco non devono esistere, per il prete domenicano Carbone si ammalano e muoiono più facilmente. Anche senza scomodare i morti – che sia l’amico Welby, che sia il signor Casamonica – e i loro funerali, la tentazione di abbassare la guardia della laicità, soprattutto con questo papa “nuovo” e buono a pochi metri da casa nostra, è fortissima. Bensì diabolica.

p.s. nell’immagine: “Eva, il serpente e la morte” di Hans Baldung detto Grien

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: