Skip to content

Quella frase che nuoce gravemente alle donne

13 ottobre 2015

fumobimboPiù di un mese fa indirizzai una lettera aperta alla ministra Beatrice Lorenzin perché dal suo decreto legislativo anti-fumo cancellasse, o almeno riformulasse, la frase “il fumo può uccidere il bimbo nel grembo materno”, prevista su pacchetti di sigarette e tabacco. Tuttavia, nel decreto che andrà in vigore entro fine anno, quella frase sembra proprio che resterà così com’è e verrà corredata, come previsto, dall’immagine di due coniugi che piangono su una bara bianca. Dunque, ci sarebbe già un “bimbo” nel grembo materno? Lo zigote, l’embrione, il feto, sarebbero “bimbi”? Come si può uccidere un “bimbo” che ancora non è nato? E se il fumo “può uccidere” quel “bimbo”, allora una donna che ricorra a un’interruzione di gravidanza lo uccide sicuramente, dunque è un’assassina! Pur essendo importante cercare di dissuadere i fumatori dal farsi del male, quella frase però è un falso, una “pubblicità ingannevole” che, subliminalmente, colpevolizza le donne che abortiscono e quindi, proprio come il fumo, nuoce gravemente alla loro salute.

© Paolo Izzo, Radicale – Roma

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: