Skip to content

Stato di diritto e nonviolenza

17 novembre 2015

je suis parisIn pochi sanno quanto detto da Marco Pannella lunedì: «Quando c’è guerra, non c’è opposizione. C’è invece “posizione” per sostenere le ragioni e le necessità del proprio Paese». In pochi sanno che Pannella, e con lui molti Radicali, è in sciopero della fame da giorni, tra l’altro, per la “transizione immediata verso lo Stato di diritto contro la Ragion di Stato”. Già dai fatti tragici di Charlie Hebdo, e lo ribadisco oggi, ebbi a scrivere che la risposta alla violenza è, gandhianamente, nella nonviolenza (ahiṃsā) e nella forza della verità (satyāgraha): è proprio quando gli strilli della vendetta e gli sfollagente della Ragion di Stato si levano verso il cielo, infatti, che il nostro sguardo deve farsi più limpido. Non sarà con le bombe e i loro eufemistici “danni collaterali”; con la chiusura di muri spinati e il tentativo di impedire quella inarrestabile onda che è l’incontro di culture; con il perpetuare una tortura istituzionalizzata, fisica e psichica, che tuttora rende gli Stati cosiddetti democratici, correi di violenza. Soltanto una ricerca instancabile della piena realizzazione di uno Stato di diritto, dentro e fuori i nostri confini, soprattutto mentali, potrà condurre gli esseri umani a ritrovare la sanità, la vitalità, la nonviolenza che sono il patrimonio genetico della nostra nascita.

© Paolo Izzo, scrittore

N.B. Il quadro che accompagna questa lettera è “Je suis Paris” di Petra Scognamiglio.

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: