Skip to content

Il sorriso del boia

27 gennaio 2016

barchiesiPersonalmente avrei chiesto a Maurizio Cattelan di riprodurre nei pressi dell’aeroporto di Ciampino, all’arrivo di Hassan Rohani, i suoi “bambini impiccati”, quelli di dieci anni fa a Milano, stavolta appesi a delle gru. Giusto per ricordare al presidente iraniano che, delle oltre 2200 esecuzioni capitali del suo mandato, sono decine le impiccagioni di ragazzi minorenni ai tempi del reato. Invece Rohani non ha ricevuto alcuna critica (se non dai “soliti” Radicali) per la sua feroce condotta in tema di diritti umani, ma anzi è stato accolto con grande affetto (interessato) dalle nostre massime istituzioni, che gli hanno persino celato le nudità delle statue classiche, manco fossimo dei talebani qualunque, per non offenderlo. Solo per questa ultima imbarazzante faccenda si scatena oggi lo sdegno bipartisan di media e politica e un capro espiatorio, in genere un impiegato, verrà presto “decapitato” dai difensori della nostra cultura. I quali però non notano che la loro genuflessione preventiva nei confronti del potere, soprattutto se religioso, potrebbe essere una specialità olimpica del nostro Paese. Lo sa bene il Papa quando, anche lui accogliendo il suo omologo iraniano, che gli ha pure chiesto di pregare per lui, senza neanche intimargli di pentirsi, gli ha dedicato un dolce sorriso di complicità teocratica.

Paolo Izzo

(La vignetta è di Alessandro Barchiesi)

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: