Skip to content

Vita umana

23 marzo 2016

vita umanaDue mesi dopo essere stato eletto papa, Jorge Mario Bergoglio si affacciò da una finestra del suo Stato su una piazza del nostro Stato e sentenziò: rispetto per la vita umana sin dal concepimento e tutela giuridica dell’embrione! Doveva essere la festa della mamma, quella domenica 12 maggio del 2013, invece si percepirono chiaramente nutrite schiere di zigoti e blastocisti che brindavano nel caldo di grembi femminili o nel freddo di un congelatore di laboratorio. Oggi la Corte costituzionale ha recepito quel perentorio messaggio di papa Francesco confermando il divieto, previsto dalla legge 40, di donare alla ricerca scientifica gli embrioni non idonei per una gravidanza, ma crioconservati in Italia. Anzi, la Consulta ha demandato al Parlamento ogni decisione in merito, in quanto il tema è troppo eticamente sensibile. Eppure si sa quanto il nostro Stato sia lento, quando non “vegetativo”, sulle leggi che hanno a che vedere direttamente con nascita e morte… Dobbiamo immaginare un presidio straordinario di embrioni che discuteranno, in nome della vita, la sorte di donne, uomini, bambini e malati, cioè: specie inferiori di vita umana?

© Paolo Izzo, Radicale – Roma

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: