Skip to content

Iniezioni di capitale umano

26 luglio 2016

imageDa un lato, nel carcere di Chieti, da quasi 50 giorni è detenuto Fabrizio Pellegrini, malato di fibromialgia, condannato per aver coltivato la cannabis che gli serve per la sua cura, ma che non poteva permettersi di acquistare attraverso il Ssn: per la scarcerazione di Fabrizio, incompatibile con il regime detentivo, da giorni e in tutta Italia è in corso una staffetta di digiuno collettivo dei soliti e unici Radicali. Dall’altro lato, Rita Bernardini, ancora una volta con una azione di disobbedienza civile, coltiva marijuana sul suo terrazzo ma non viene arrestata, perché si sa quali diavolerie nonviolente una Radicale, cotanta Radicale, si inventerebbe da dentro un carcere. Mi rivolgo a voi che avete già pubblicato una mia lettera in merito, per chiedervi uno sforzo in più: espandendosi proprio come il nostro satyagraha collettivo, queste storie dovrebbero valicare i confini della rubrica di posta. Sarebbero vere iniezioni di “capitale umano” nel dibattito sulla legalizzazione della cannabis, che rischia di essere solo una ridda di emendamenti, votazioni, sondaggi e statistiche, quando dovrebbe rappresentare, invece, una battaglia di civiltà.

© Paolo Izzo

Annunci

From → Il Manifesto

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: