Skip to content

A proposito di sete e di pace

19 settembre 2016

pannella-dalai-lamaÈ passata in sordina la notizia che alla tre giorni di Assisi, fra gli oltre 500 leader religiosi presenti all’incontro “Sete di pace” promosso dalla Comunità di Sant’Egidio, non ci fosse il Dalai Lama, che è anche premio Nobel per la Pace! Benché nel 1986 fosse seduto accanto a papa Wojtyla per una iniziativa che aveva lo stesso “spirito”, il presidente di Sant’Egidio, Marco Impagliazzo, così motiva il mancato invito: «Non ha mai avuto rapporti con la nostra Comunità. Ma comunque manca sempre qualcuno. Invitare tutti significherebbe deturpare Assisi». Qualcuno potrebbe malignare che si sacrificano i 15 milioni di fedeli del Dalai Lama per non turbare la più popolosa Cina: di recente un deputato che ha provato a invitarlo a Taiwan, si è sentito rispondere da Pechino che il Dalai Lama «è un lupo vestito da monaco che, con la sua cricca di indipendentisti e di terroristi, cerca di destabilizzare la Cina e staccarne il Tibet. Ma noi non resteremo a guardare: chiunque lo sostenga e’ un nostro nemico». A proposito di pace, come a Sant’Egidio, forse in Cina pensano che il Dalai Lama possa “deturpare” anche il Tibet… ma a noi nonviolenti, per fortuna, resta la memoria di Marco Pannella che spiegava come il leader buddista si fosse “con-vinto”, anche grazie alla loro amicizia, a volere un Tibet libero, ma non separato politicamente dalla Cina. Anzi, “le” Cine.

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: