Skip to content

L’accoglienza “a numero chiuso” di Bergoglio

3 novembre 2016

imageNon mi sembra proprio che gli Stati europei gareggino a chi ospita il maggior numero di rifugiati, perciò l’ultima sortita aerea di Jorge Bergoglio, su come la prudenza debba essere “il buon consigliere” dei governanti in tema di accoglienza, è almeno ridondante. Fatta da un papa, però, è pure rivoltante. Forse aveva finito le pillole di Misericordina oppure, come al solito, la pressurizzazione dei voli papali è regolata male, fatto sta che quel discorso avrà acceso animi, anime e barbecue di mezza Europa, dall’Ungheria a Gorino e già si starà stampando la prossima felpa di Salvini intitolata a Papa Francesco. Strano che, non solo laicisti ed eretici, ma nemmeno i credenti o i “sani laici” che egli stesso benedice, trovino il coraggio di insorgere di fronte al massimo esponente della Chiesa cattolica che afferma si debbano aprire il cuore e le porte, ma con la calcolatrice alla mano, perché, parole sue: «si può pagare politicamente una imprudenza nei calcoli, nel ricevere più di quelli che si possono integrare». Cosa aspettiamo a dirgli che il buon Samaritano si starà rivoltando nel suo sepolcro? Che il prossimo aereo papale bombardi noialtri o le file di migranti alle frontiere, magari colpendoli solo dall’ennesimo in poi?

© Paolo Izzo

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: