Skip to content

Del senno di poi son pieni gli abissi

20 marzo 2018

sicurezza-mare-formazioneSpetterà alla letteratura o al cinema raccontarci, in un futuro ancora lontano, come tanti migranti siano stati salvati nel Mediterraneo – e soprattutto da chi e a quale prezzo – nell’ultimo anno. Si può forse immaginare uno di quegli appassionanti film sulla Seconda guerra mondiale in cui i protagonisti si ribellano alle leggi razziali per tentare, con ogni mezzo e a ogni costo, di sottrarre vite umane allo sterminio nazista. Ma anche meno epiche storie di minima umanità che ci ricordino come sia potuto accadere, ai giorni nostri, che qualcuno fosse ostacolato o impedito nell’atto di salvare persone che stavano naufragando, dalle cosiddette autorità che vigilano sul Mare “nostrum” come se fosse soltanto loro, pieno come è di quei muri di cui già la terraferma abbonda. Sicuramente, chi dovrà occuparsi di questa Storia tra qualche lustro, sarà alla giusta distanza per valutare ogni responsabilità, avrà il vantaggio di non essere tradito dai sentimenti, ovvero la assennata lucidità per poter meglio analizzare ciascun singolo dettaglio. Tuttavia, si sa: “del senno di poi son piene le fosse”. E anche gli abissi.

© Paolo Izzo, Radicale

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: